IX Concorso Internazionale di Canto Barocco

Comunicato stampa Fondazione Pietà de' Turchini

Il Centro di Musica Antica “Pietà de’ Turchini” di Napoli per l’anno 2012 istituisce il 9° Concorso Internazionale di Canto Barocco Francesco Provenzale.
Il concorso offre l’opportunità a giovani cantanti, dediti alla vocalità barocca, di misurarsi in un contesto autorevole.

La manifestazione è diventata negli anni una vetrina prestigiosa e un trampolino di lancio per quei giovani alla ricerca di visibilità in un mercato “specialistico” spesso avaro di simili occasioni.

La giuria sarà composta da musicologi, eminenti artisti le cui spiccate competenze musicali nel repertorio barocco sono riconosciute a livello internazionale e da quelle personalità del mondo organizzativo sensibili a promuovere tale repertorio.
Il 9° Concorso internazionale “F. Provenzale” si svolgerà a Napoli dal 28 al 30 novembre 2012 presso la sede del Centro di Musica Antica Pietà de’ Turchini.
Il concorso è aperto a cantanti nati dopo il 31 dicembre 1975 senza distinzioni di registro vocale.
Le domande d’iscrizione dovranno essere inviate entro il 12 ottobre 2012.
Tutte le informazioni relative al concorso e il modulo d’iscrizione sono allegati di seguito.

Il progetto Opera Buffa (Napoli 1707-1750)

comunicato stampa

Comunicato stampa Fondazione Pietà de' Turchini

Il progetto Opera Buffa (Napoli 1707-1750) sarà presentato a luglio alla 15th Biennial International Conference on Baroque Music che si terrà alla University of Southampton

Dall’11 al 15 luglio si terrà la 15th Biennial International Conference on Baroque Music presso l’University of Southampton e il Centro di Musica Antica Fondazione Pietà de’ Turchini è stato invitato a presentare il progetto Opera Buffa (Napoli 1707-1750) all’interno di una study session (divisa in due sessioni) presieduta da Paologiovanni Maione su Naples under the Viceroys http://www.southampton.ac.uk/baroque_music_conference


Il sito http://www.operabuffa.turchini.it il cui progetto scientifico, promosso dal Centro di Musica Antica, è a cura di Francesco Cotticelli e Paologiovanni Maione, con la consulenza storico-linguistica di Nicola De Blasi. Il portale dedicato alla commedeja pe museca è un cantiere in movimento. Intende presentare una trascrizione accurata e filologicamente attendibile dei libretti superstiti della stagione 1707-1750, a partire dalle prime affermazioni pubbliche del genere comico fino al momento della sua definitiva consacrazione sul piano nazionale e internazionale. I testi si riferiscono esclusivamente alle rappresentazioni tenutesi a Napoli in quest’arco temporale, sia nei teatri impresariali sia in quelli privati. I materiali confluiranno nel tempo, attraverso l’acquisizione e la digitalizzazione di fonti disseminate nelle biblioteche e negli archivi più disparati. L’intento è quello di offrire uno spaccato non irrilevante di questa produzione musicale e drammatica nel cuore del Settecento, nella consapevolezza che sia necessario non perdere di vista la dimensione seriale che la caratterizza e che consente di comprenderne genesi, sviluppo, capacità di imporsi sul mercato, e pur tuttavia saper cogliere evoluzioni, nuances, spunti creativi e differenze a volte non pronunciate eppure significative di una storia e di un dialogo con la realtà del secolo. Esplorare questi documenti nell’ottica del confronto e della scoperta di richiami interni ed esterni equivale a mettere in discussione molti dei presupposti critici e storiografici che gravano sulla loro intelligenza, riconoscendo invece la crucialità di un’esperienza che ebbe forti risonanze nel pensiero e nell’azione teatrale dell’età dei Lumi.

Bando di Selezione Strumentisti per l’Ensembe Giovanile

E la musica ancora ci accompagna

Eravamo presenti al concerto. Abbiamo ascoltato i maestri accarezzare le corde dei loro strumenti. Riguardando le immagini ancora ci pare di ascoltare le melodie eseguite e le nostre emozioni ritornano a vibrare assieme agli strumenti ritratti.

Concerto chitarra e mandolino al Cocumella con i Maestri Squillante-Tursi

Concerto chitarra e mandolino con i Maestri Squillante-Tursi

leggi tutto »

Convegno internazionale di studi sul tema filologia e spettacolo.

L’autonomia delle discipline dello spettacolo in ambito accademico è relativamente recente, ma ha di sicuro contribuito ad allargare lo sguardo dall’opus letterario all’evento performativo, crocevia di fattori poetici, ideologici, materiali che sopravvivono in una miriade di fonti e tracce. Il rapporto testo-messinscena è stato profondamente rivisto: non si tratta di una derivazione dell’una dall’altro, ma di un’interazione dialettica, che nel corso dei secoli si è praticata in forme assai diverse, dall’incessante manipolazione della poesia in rapporto ad una nuova intonazione dalle modifiche più o meno sostanziali di intere sezioni per venire incontro ai cambiamenti di organico, a “piazze” più esigenti o a invenzioni registiche; dal definirsi di una parola accentratrice e assoluta cui subordinare ogni altro elemento della performance alla “fissazione” per iscritto di una vicenda rappresentativa che, in via di esaurimento, intende lasciare traccia meno labile di sé.

leggi tutto »