La Stagione 2015-16 della Pietà de’ Turchini di Napoli

Comunicato stampa Fondazione Pietà de' Turchini

Fondazione Pietà de’ Turchini – Napoli

Centro di Musica Antica

Comunicato stampa

 

 

La Stagione 2015-16 della Fondazione Pietà de’ Turchini di Napoli

“Suona antico… ma non lo è”  con questo titolo la Fondazione Pietà de’ Turchini di Napoli presieduta da Marco Rossi annuncia la Stagione 2015-16 .  In cartellone quattordici concerti e due progetti speciali ‘fuori porta’, per la direzione artistica di Federica Castaldo con la consulenza musicologica di Paologiovanni Maione, Gaetano Panariello e Giacomo Sances.

Il concerto inaugurale dal titolo “Chiaroscuri musicali”, è fissato per venerdì 6 novembre alle 20.30 (e in replica sabato 7 alle 12), porta a compimento un lungo percorso di ricerca condotto da un giovane musicologo Giacomo Sances sotto la guida di Paologiovanni Maione, intorno alla produzione sacra e agli autori che gravitavano nella Congregazione del Purgatorio ad Arco di Napoli. Per la prima volta dopo tre secoli, pagine di rara bellezza e suggestione,  riecheggeranno nella sede stessa della Congregazione: la Chiesa di Santa Maria delle Anime del Purgatorio, detta delle anime pezzentelle, tra le più suggestive testimonianze del barocco napoletano.  In scena ci saranno i Talenti Vulcanici della Pietà de’ Turchini con Emanuele Cardi alla direzione e all’organo, Iskrena Yordanova primo violino e la voce di Silvia Frigato. “Chiaroscuri musicali”  è anche un progetto discografico promosso in collaborazione con l’Opera Pia del Purgatorio ad Arco, come memoria permanente di una tradizione, quella del culto dei defunti che ha avuto in Napoli e in alcuni suoi luoghi, una straordinaria espressione.

Tra prime assolute e nuove produzioni, la Stagione della Pietà de’ Turchini proseguirà con ospitalità di pregio, tra cui Marco Beasley e l’Ensemble Daedalus di Roberto Festa per un concerto sulla forma della Moresca nell’ambito della tre giorni di studi “Nàpoles y la cultura teatral hispànica”,  l’ensemble Divino Sospiro per uno spettacolo che fonde danza antica, musica e il  gioco delle carte, e tra gli altri uno dei maggiori specialisti del violino barocco in Europa: Enrico Onofri.

Spazio inoltre al recupero e alla valorizzazione della musica sacra e strumentale,  in particolare di quella napoletana del Sei-Settecento, con inediti di Scarlatti, nella lettura commuovente che ne da Paolo Da Col con il suo ensemble Odhecaton, mentre alle formazioni in residenza del Coro della Pietà de’ Turchini diretto da Davide Troìa e dell’orchestra giovanile dei Talenti Vulcanici guidata da Demicheli saranno affidati capolavori di Jommelli, Lotti e Cafaro, in due appuntamenti per la settimana Santa e per le celebrazioni della Giornata Europea della Musica Antica promossa dal REMA. Un ciclo di appuntamenti strumentali intorno alla produzione europea del Sei Settecento, si svolgerà alle Gallerie d’Italia di  Palazzo Zevallos, con un omaggio a Paisiello nell’anno delle sue celebrazioni e l’ensemble Symposium, il concerto sulla scuola violinistica del Settecento a Napoli con Enrico Gatti in collaborazione con il Gaudete Festival, una prima assoluta con arie superstiti di una commedia di Leonardo Vinci.

Percorso tutto nuovo sarà quello programmato tra la fine di gennaio e la metà di febbraio per valorizzare la Chiesa di San Rocco a Chiaia: l’idea è quella di dare spazio e voce alla scuola di composizione guidata da Gaetano Panariello,    in collaborazione con l’ensemble La.Vi.Co. (Laboratorio Vivo di Composizione), che sarà impegnato  nella sonorizzazione dal vivo del film “La Signora delle Camelie” di Gustavo Serena (1915) e in un  omaggio all’Orlando Furioso di Ariosto nei cinquecento anni dalla prima pubblicazione (1516).

Due i progetti speciali ‘fuori porta’: una coproduzione con il Festival Grandezze e Meraviglie,  Festival Internazionale Alessandro Stradella di Nepi, Conservatorio di Musica “A. Casella” L’Aquila, Accademia di Belle Arti di Roma per la  mise en scene della Doriclea di Alessandro Stradella all’Auditorium del Parco dell’Aquila (30 ottobre 2015) con la direzione di Andrea De Carlo, e la ripresa del progetto “Un virtuoso alla moda: Nicola Grimaldi, detto Nicolini” (6 dicembre 2015), ideato da Paologiovanni Maione nell’ambito della stagione de I Concerti del Quirinale in diretta su RAI Radio Tre con i Talenti Vulcanici guidati da Stefano Demicheli.  Il 30 ottobre 2015 scade il termine di presentazione delle domande per le audizioni volte alla formazione del Coro di Voci Bianche della Fondazione con la direzione di Davide Troìa, un percorso di approfondimento della conoscenza della tecnica vocale e della lettura della partitura con la prospettiva a lungo termine di realizzare programmi concertistici per la Fondazione.

 

INFO: turchini.it

 

 

Piano City Napoli 2015

Comunicato stampa Fondazione Pietà de' Turchini

12108718_1043157622383412_5195162784169034929_n

Fondazione Pietà de’ Turchini per Piano City Napoli 2015

Luca Amitrano in “Musica Libera”

Sabato 10 ottobre, ore 19.30 – Chiesa di San Rocco a Chiaia

 

Nell’ambito della terza edizione di Piano City Napoli 2015 la Fondazione Pietà de’ Turchini propone sabato 10 ottobre alle ore 19.30 nella Chiesa di San Rocco a Chiaia (via Riviera di Chiaia 254, Napoli) il concerto “Musica Libera” di Luca Amitrano. Il pianista e compositore napoletano, talento all’avanguardia e ospite regolare dei più importanti teatri in Italia e all’estero, eseguirà un programma di ampio respiro, tra classica e altre suggestioni, con le composizioni originali vincitrici del Los Angeles Music Awards 2014, improvvisazioni su pagine di Bach e Chopin, “Asturias” di Albeniz e un brano dalla tradizione popolare russo-ucraina.

 

Il concerto è a ingresso libero. INFO: tel 081.402395 – 0817647400  turchini.it – pianocitynapoli.it

 

Piano City Napoli 2015

in collaborazione con Fondazione Pietà de’ Turchini

Sabato 10 ottobre 2015, ore 19.30

Chiesa di San Rocco a Chiaia – via Riviera di Chiaia 254, Napoli

Concerto “Musica Libera”

Luca Amitrano, pianoforte

Programma

Luca Amitrano, Blu*

Luca Amitrano, Edimburgo *

Luca Amitrano, Le tre stelle *

Improvvisazione su “Aria sulla quarta corda” di Johann Sebastian Bach

Improvvisazione su Notturno Op. 9 di Fryderyk Chopin

Luca Amitrano, Paris

Isaac Albeniz, Asturias (Leyenda)

Oci Ciornie (dalla tradizione popolare russo-ucraina)

*brani designati vincitori del Los Angeles Music Awards 2014

Ingresso libero