Luca Amitrano e l’Orchestra San Giovanni per la Pietà de’ Turchini

Comunicato stampa

 

Luca Amitrano e l’Orchestra San Giovanni per la Pietà de’ Turchini

Il vincitore del Los Angeles Music Award tra inediti e versioni orchestrali

 

Domenica 28 febbraio 2016

ore 19.30

Chiesa di San Rocco a Chiaia

(via Riviera di Chiaia 254, Napoli)

 

Domenica 28 febbraio 2016 alle ore 19.30 nella Chiesa di San Rocco a Chiaia, in Napoli, la Fondazione Pietà de’ Turchini ospita un nuovo appuntamento dedicato ai compositori contemporanei napoletani.

Luca Amitrano, vincitore del Los Angeles Music Award (miglior compositore strumentale dell’anno 2014), si esibirà al pianoforte e alla fisarmonica nel concerto “Musica Libera”, accompagnato dall’Orchestra San Giovanni diretta dal maestro Keith Goodman, con cui ha già collaborato.

Il programma propone una selezione dei suoi brani, alcuni per la prima volta eseguiti in versione orchestrale, quali “Scirocco”, “Pensa”, “Paris”, “Notte”, e gli inediti “Sogno”, “Respiro”, “L.A”. In scaletta anche “Blu”, “Sud”, “Flores”, “Echi”, e il pezzo per piano solo “Edimburgo”. Grazie a tali titoli, Amitrano ha vinto il prestigioso premio statunitense.

Il concerto”, spiega Amitrano, “o meglio il concetto ‘musica libera’,  nasce dalla necessità di rivendicare la libertà della musica svincolata da forzature strutturali imposte, o dalla superflua necessità di definizione di stile o di genere, affinché la musica torni ad essere concepita come bene comune di cui possono godere tutti e non solo un elitario gruppo di intenditori”.

 

Biglietti: 10 euro (acquistabili mezz’ora prima del concerto o azzurroservice.net).

Info: coordinamento@turchini.it oppure tel. 081.402395 (dalle 9.00 alle 15.00, dal lunedì al venerdì).

 

_ _ _

 

Luca Amitrano ha iniziato a comporre musica all’età di otto anni; il suo primo brano è stato trascritto dal M. Francesco Principe di d’Avolos che ha scoperto il suo talento. Ha compiuto i propri studi presso il Conservatorio di San Pietro a Maiella di Napoli: ha studiato pianoforte con Loredana Di Pinto e Pina Buonuomo, composizione con Francesco d’Avalos e Luciano Tomei e Direzione Corale sotto la giuda di Carmine Pagliuca e Carlo Mormile diplomandosi nel 2003 in composizione e direzione di coro. Nel 2005 ha vinto il I Premio M. Giacomo Maggiore del Teatro San Carlo come miglior compositore e direttore di coro. Nel 2003 gli viene assegnata, dal Conservatorio di San Pietro a Majella,  la Direzione Artististica della manifestazione “ Musica dal Mondo”. Dal 2005/2007 riveste il ruolo di Direttore artistico dell’Università Orientale, nel 2008 gli viene affidata la Direzione artistica del Teatro Bolivar e in ultimo nel dicembre 2011 gli viene assegnata la direzione artistica per la programmazione degli eventi culturali e musicali del  “Tunnel Borbonico di Napoli.  Ha effettuato centinaia di concerti e le sue numerose composizioni, sia strumentali che corali, sono state eseguite, tra l’altro, al Teatro San Carlo, al Conservatorio di S.Pietro a Majella, al Festival di Ravello etc.  Annovera, inoltre, collaborazioni come pianista e compositore per le compagnie di balletto dei teatri d’opera più importanti del mondo, gli etoiles della Scala di Milano, de l’Operà di Parigi, de l’Opera di Dresda, del Royal Ballett di Londra. Luca Amitrano è anche un valido esecutore di fisarmonica, spesso nei suoi concerti lo si può sentire intervallare brani eseguiti con il pianoforte ad esecuzioni con tale strumento.  Spesso partecipa ad iniziative benefiche, ultimamente è intervenuto alla manifestazione “Tutt’Altra Musica “ di Telethon. Nel 2013 ha effettuato concerti a San Paolo in Brasile, negli Stati Uniti,  in Argentina, in Canada,  a Cuba e in Polonia dove ha suonato sul pianoforte del grande Artur Rubinstein, rappresentando l’Italia nel Festival “Viva l’ Italia” a Lòdz. Nel 2014 ha tenuto un concerto presso il complesso monumentale di san Domenico Maggiore ed è stato inserito nella Rassegna “Estate a Napoli 2014” promossa dal Comune di Napoli. Ha partecipato, infine,  a tutte le edizioni di Pianocity Napoli. Gli ultimi concerti tenuti in Brasile e in Svizzera all’ inizio del 2016 hanno avuto un ottimo riscontro di pubblico. Il suo lavoro e’ stato riconosciuto con diversi premi tra cui da ultimo il Los Angeles Music  Awards- come  Istrumental Artist dell’ anno, confertogli a Los Angeles nel novembre 2014, festeggiato con un concerto il 20 febbraio 2015 presso la basilica san Giovanni maggiore Pignatelli, sponsorizzato dal Comune di Napoli.

Ha ultimato la registrazione di due lavori discografici : “Il mondo è di tutti”, un lavoro cantautorale, interpretato in nove lingue, nel quale  si fondono tra loro con naturalezza generi musicali provenienti dal sud del mondo; “Piano e Mare“ per solo piano .

 

Orchestra San Giovanni

Nasce a Napoli nel 2009 ed è diretta stabilmente dal Maestro Keith Goodman. L’orchestra è formata sia da studenti che da professionisti e comprende anche musicisti di varie nazionalità. L’orchestra si è fin da subito affermata come una delle poche realtà musicali stabili sul territorio campano, con centinaia di concerti al suo attivo, sia in Italia che all’estero, spesso in prestigiose sedi e manifestazioni e collaborando con diversi solisti di fama internazionale. Tra i principali concerti svolti dall’orchestra ricordiamo quelli nei principali teatri napoletani (Mediterraneo, San Ferdinando, Bolivar) e campani come Teatro Garibaldi di S.Maria Capua Vetere, Teatro comunale di Caserta, Teatrino della Reggia di Caserta ecc. Inoltre concerti presso rinomate sale napoletane come Villa Doria d’Angri, Complesso San Lorenzo Maggiore, Domus  e altrove. Inoltre ricordiamo concerti presso il Campolieto Opera Festival (Cb) il Festival dei Saraceni di Pamparato (Cuneo) e tournee’ in Spagna nel 2013 e in Cina nel 2015.

“Assembleia Nàpoles (Danza in gioco)”


In scena le tendenze degli intrattenimenti della Lisbona del Settecento
in uno spettacolo che intreccia danza, musica e gioco delle carte

 

Sabato 20 febbraio 2016
ore 20.30
“Gallerie d’Italia” Palazzo Zevallos Stigliano (Napoli)

 

Dopo il debutto italiano la scorsa estate al Festival Mozart di Rovereto, arriva nel capoluogo campano “Danza in Gioco” con una versione dal titolo “Assembleia Nàpoles”, in programma sabato 20 febbraio 2016 alle ore 20.30 alla “Galleria d’Italia” Palazzo Zevallos Stigliano di Napoli, nell’ambito della Stagione 2015-16 della Fondazione Pietà de’ Turchini.

 

“Danza in Gioco” è l’affascinante rappresentazione scritta e diretta da Cristina Fernandes, ispirata agli intrattenimenti che avvenivano in occasione delle riunioni aristocratiche della Lisbona del XVIII secolo, tutti incentrati sulla simbiosi di danza, musica e gioco delle carte.

 

Lo spettacolo è una evocazione dei gusti del Settecento europeo, di queste sue tendenze di ‘casa’ nella capitale lusitana, e trae ispirazione dal singolare mazzo di carte musicali -molto in voga a quel tempo- creato dal compositore José do Espírito Santo Oliveira, dove ogni figura evoca una danza (contraddanze francesi e inglesi, il cotillon, l’allemanda, danze “alla gavotta”, il solo anglais, il fandango, il valzer).

 

La mise en scene combina coreografie ispirate alle danze raffigurate nel mazzo di Josè, con le ballerine in abiti rigorosamente d’epoca, musiche di autori portoghesi e brani di Haydn, Boccherini e Stamitz, e letture a tema dalle cronache dei viaggiatori in visita nella capitale lusitana.

 

In scena ci saranno le ballerine Alexandra Canaveira de Campos e Catarina Costa e Silva, e i lettori Alessandro Pannone e Francesco Scolaro. L’esecuzione musicale è a cura dell’ensemble portoghese Divino Sospiro diretto da Massimo Mazzeo, tra le più importanti formazioni di specialisti di esecuzioni storiche con strumenti d’epoca, per la prima volta ospite a Napoli.

 

Biglietti: 10 euro (acquistabili mezz’ora prima dello spettacolo o sul circuito TicketOnLine; ridotto per titolari “Wine & The City” Card). Info: coordinamento@turchini.it oppure tel. 081.402395 (dalle 9.00 alle 15.00dal lunedì al venerdì).