Fondazione Pietà de’ Turchini In collaborazione con Università degli Studi Suor Orsola Benincasa e Ambasciata di Spagna in Italia

Doppio appuntamento a Santa Caterina da Siena  venerdì 12 aprile promosso dal Centro di Musica Antica Pietà de’ Turchini in collaborazione con l’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa e l’Ambasciata di Spagna in Italia. Si comincia alle 17, ingresso gratuito,  con una mostra conferenza dal titolo “De Mura e il Suo doppio”,   che trae ispirazione dalla possibilità di accostare due dipinti dello stesso soggetto: il compianto della Madonna sul Cristo,  di Francesco De Mura, artista prolifico del Settecento napoletano. L’uno copia dell’altro, i due dipinti sono stati identificati dallo storico dell’arte Stefano Causa,  ed appartengono rispettivamente  ad una collezione privata e alla pinacoteca del Monastero di Santa Caterina da Siena. La piccola esposizione offrirà  il pretesto per approfondire aspetti e occorrenze  che accomunano artisti e musicisti da sempre,  come la “citazione” da sè.
A parlarne con Stefano Causa ci saranno  Paologiovanni Maione, Emma Giammattei, Biagio De Giovanni e Federica Castaldo. Alle 20.30 sempre di venerdì 12,  seguirà il concerto dal titolo “In Paradiso”,  affidato all’interpretazione di Raquel Andueza, già ospite in passato delle stagioni del Centro e Jesus Baena alla tiorba. Grazie alla collaborazione del Centro con l’Ambasciata di Spagna in Italia, il duo proporrà un  programma, appena inciso, specularmente riconducibile, attraverso alcuni dei suoi brani al soggetto del dipinto di De Mura. Un gioco di specchi e rinvii dunque che avrà fra i suoi meriti quello di far dialogare ambiti di interesse troppo spesso distanti.  Il Duo Andueza-Baena ha consolidato il suo prestigio nel panorama della musica antica, diventando una delle formazioni più raffinate e richieste dalle sale da concerto di tutta Europa. Il suo successo trova le ragioni nello sforzo comune verso il conseguimento di una  perfezione esecutiva assoluta, conquistata oltre che per la lunga esperienza performativa ed artistica, anche  grazie ad un sodalizio  umano.
Il calore e l’espressività che contraddistinguono le loro performance permettono a chi li ascolta, di godere in maniera del tutto originale di un repertorio talvolta mortificato da una lettura poco espressiva,  dietro la falsa giustificazione che lo vuole vincolato ad  obsoleti schemi imposti da una  prassi esecutiva priva di emozione.
Raquel e Jesús sono impegnati da anni in un lavoro di recupero e riscoperta di fonti rimaste sconosciute, grazie al quale sono stati riportati alla luce piccoli capolavori sommersi di cui è possibile goderne nuovamente a distanza di oltre trecento anni, con un  approccio esecutivo capace di coinvolgere ed emozionare puntualmente  ogni pubblico con cui il duo si misura.
Biglietti 10 € ridotto  studenti, soci feltrinelli, over 65 7€
Info: www.turchini.it
info@turchini.it
ufficio stampa Federica Castaldo direzione@turchini.it

Lascia un commento