ECHI MEDITERRANEI – Gianluca Campanino e Jamel Chabbi, oud – Con la partecipazione di Francesco Manna alle percussioni

Comunicato stampa Fondazione Pietà de' Turchini

 

Comunicato Stampa

  

Venerdì 16 maggio
ore 20:30


Chiesa di San Rocco a Chiaia

Immagine lista

ECHI MEDITERRANEI

 

Gianluca Campanino e Jamel Chabbi, oud

Con la partecipazione di Francesco Manna alle percussioni

 

Progetto in partenariato con l’Istituto Italiano di Cultura di Tunisi

 

Realizzare scambi culturali e musicali tra le sponde del Mediterraneo, valorizzare le tradizioni di Italia e Tunisia per metterne in luce le affinità artistiche. Con questi propositi arriva alla terza esperienza la collaborazione tra Istituto italiano di Cultura di Tunisi e il Centro di Musica Antica Pietà de’ Turchini di Napoli.
Dopo il concerto di musica barocca del Quartetto Gagliano nell’ottobre 2013 e quello del giovanissimo Duo Ausonia, protagonista questa primavera al Festival dei “Giovani virtuosi” di Sidi Bou Said, il 16 maggio alla chiesa di San Rocco a Chiaia prenderà il via un progetto più articolato che pone direttamente a confronto due artisti, il napoletano Gianluca Campanino e il tunisino Jamel Chabbi, , alle prese con uno strumento di grande tradizione e suggestione come l’oud, sul terreno della musica tradizionale colta, araba e italiana. “Rivisitare i motivi della tradizione sulle corde dell’ispirazione e degli stati d’animo del momento, assecondare il sottile legame che si crea con il pubblico in sala: l’ascolto e partecipazione del pubblico, basati sul coinvolgimento attivo ed emotivo con l’artista, accomunano la musica colta tradizionale e la musica tradizionale colta italiana; l’esecuzione, in virtù dell’improvvisazione, di citazioni e processi di parodia, diventa essa stessa un processo creativo”, spiegano i due musicisti che si esibiranno in un duplice concerto che unirà Napoli e Tunisi. Prima tappa il 16 Maggio a Napoli, nella Chiesa di San Rocco a Chiaia, nell’ambito del programma Re.Crea. (Residenza Creativa) ideato dalla Fondazione per San Rocco,  con il concerto “Echi Mediterranei”: due momenti solistici e una parte finale con la  partecipazione del percussionista Francesco Manna,  in cui i due artisti dialogheranno, intrecciando le melodie della loro formazione orientale: siriano-marocchina quella di Campanino; modulata sulla cultura del Malouf tunisino quella di Chabbi, che eseguirà anche brani di sua composizione. Da Napoli l’eco degli oud arriverà poi fino a Tunisi, il 26 settembre prossimo, quando Campaninoo e Chabbi si ritroveranno ad improvvisare a Sidi Bou Said, al Palazzo Ennajma Ezzahra, per la serata di “Echoes mediterranéens entre Napoli et Tunis”.

 

 


 

Biglietti 10€  ridotti 7 € mezz’ora prima del concerto

Info  www.turchini.it 081402395

Ufficio stampa Federica Castaldo direzione@turchini.it

Lascia un commento