Pietà de’ Turchini: Lorenzo Ghielmi, specialista di Bach, apre la rassegna di quattro appuntamenti dedicata al genio tedesco

Dedicata alla musica di uno dei più grandi compositori di tutti i tempi, la rassegna Bach to Naples promossa dalla Pietà de’ Turchini nella stagione in corso, si aprirà in occasione della Giornata europea della musica antica, martedì 21 marzo alle ore 20:30 alla Chiesa di Santa Caterina da Siena a Napoli, con uno dei più affermati interpreti delle pagine bachiane per organo e cembalo, Lorenzo Ghielmi.

In testa all’ensemble Divina Armonia, e assieme al Coro della Pietà de’ Turchini diretto da Davide Troìa, eseguirà preludi, corali e il celebre mottetto Jesu meine Freude.

Bach to Naples sarà all’insegna di una proposta variegata, con l’originale dj-set su musiche classiche a cura di Astor Palmieri con ospite d’onore Dino Villatico (8 aprile), e poi con il recital contemporaneo del virtuoso della chitarra Edoardo Catemario (20 aprile) e con i Concerti Brandeburghesi a cura del prestigioso gruppo La Risonanza (23 maggio).

 

Biglietto: 10 euro (ridotto: 7 euro)

INFO: tel. 081402395 – info@turchini.it – www.turchini.it

 

Martedì 21 marzo 2017 alle ore 20:30

Chiesa di Santa Caterina da Siena – via Santa Caterina da Siena, Napoli

 

Bach to Naples – 1

Bach: Jesu meine Freude

per la IV edizione della Giornata Europea della Musica Antica

 

Ensemble La Divina Armonia

Victoria Melik, violino

Anna Camporini, violoncello

Ottavio Gaudiano, contrabbasso

Lorenzo Ghielmi, organo e clavicembalo

Coro della Pietà de’ Turchini diretto da Davide Troìa

 

Johann Sebastian Bach

Sonata per violino e basso continuo in sol maggiore BWV 1021

Preludio al corale “Wer nur den lieben Gott läßt walten”  BWV 690 e 691 (organo)

Corale “Wer nur den lieben Gott läßt walten”  (coro a quattro voci e continuo)

Preludio al corale “Lamm Gottes unschuldig” BWV 1085 (organo)

Corale “Lamm Gottes unschuldig” (coro a quattro voci e continuo)

Preludio al corale “Jesus Christus unser Heiland” BWV 666 (organo)

Corale “Jesus Christus unser Heiland”  (coro a quattro voci e continuo)

Sonata per violino e basso continuo in mi minore BWV 1023

Mottetto “Jesu meine Freude” BWV 227 (soli, coro a 5 voci e continuo)

 

Biglietti: 10 euro (intero); 7 euro (ridotto: over 60, under 30 e soci Fai, Artecard e Feltrinelli)

I biglietti sono acquistabili sul circuito online azzurroservice.net oppure al botteghino mezz’ora prima del concerto

INFO: tel. 081402395 – info@turchini.it – www.turchini.it

 

Lorenzo Ghielmi si dedica da anni allo studio e all’esecuzione della musica rinascimentale e barocca. È fra i più affermati interpreti dell’opera organistica e cembalistica di Bach. Tiene concerti in tutta Europa, in Giappone e negli Stati Uniti, in Brasile, in Messico, in Israele e ha all’attivo numerose registrazioni radiofoniche e discografiche (Winter & Winter, Passacaille, Harmonia mundi, Teldec). Le sue registrazioni di Bruhns, di Bach, dei concerti di Haendel e di Haydn per organo e orchestra sono state premiate con il Diapason d’or. Ha pubblicato un libro su Nicolaus Bruhns, studi sull’arte organaria del XVI e XVII secolo e sull’interpretazione delle opere di Bach. È organista titolare dell’organo Ahrend della basilica milanese di S. Simpliciano dove ha eseguito l’opera omnia per organo di J.S. Bach. Fa parte della giuria di concorsi organistici internazionali (Toulouse, Chartres, Tokyo, Bruges, Freiberg, Maastricht, Losanna, Norimberga). Ha seguito la progettazione di numerosi nuovi organi, fra cui il grande strumento della cattedrale di Tokyo. Dirige l’ensemble strumentale La Divina Armonia.

 

Coro della Pietà de’ Turchini Nato nel 2013 dal progetto “Liberi di cantare” per la valorizzazione della Chiesa di San Rocco a Chiaia, il coro riunisce 40 elementi ed è affidato alla direzione di Davide Troìa. Svolge un’intensa attività concertistica dedicandosi allo studio e all’esecuzione di brani a cappella, con continuo e con orchestra, appartenenti al repertorio sacro, profano e popolare dal ’400 ai giorni nostri, attraverso una costante ricerca vocale ed esecutiva In 3 anni di vita ha già portato a compimento importanti progetti ed eseguito concerti per la stagione del Centro di Musica Antica (Requiem di G. Fauré; Requiem di N. Jommelli; Stabat Mater di G. Sellitto; Stabat mater di G. Panariello in prima esecuzione assoluta) e per altre rassegne in Campania.

 

Davide Troìa si è diplomato in Musica corale e Direzione di Coro, Composizione, Pianoforte, Strumentazione per Banda, presso il Conservatorio S. Pietro a Majella di Napoli, e in Canto presso il Conservatorio A. Boito di Parma. Ha frequentato il corso biennale di Perfezionamento in Direzione di Coro con N. Balasch presso l’Accademia Nazionale di S. Cecilia di Roma; corsi di Direzione di Coro con G. Acciai, corsi sulla musica corale contemporanea con B. Zanolini, G. Hollerung, G. Graden; È fondatore e direttore dal 1990 del Coro Polifonico “Exsultate Deo” di Napoli. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti. Affianca all’attività di direttore quella di controtenore, svolgendo attività solistica, in duo con l’organista Emanuele Cardi e in diversi gruppi madrigalistici. Ha registrato per Radio Vaticana e per la RAI di Napoli. Ricopre il ruolo di giurato in concorsi di Esecuzione e Composizione Corale. Ha sempre svolto un’intensa attività didattica, tenendo frequentemente corsi di Vocalità e Direzione di Coro per varie associazioni corali. Dal 2007 è docente di Direzione di Coro e Composizione Corale presso il Conservatorio “L. Canepa” di Sassari.

 

Ufficio Stampa: Paolo Popoli

Lascia un commento