Wakeupandream, Fondazione Pietà de’ Turchini, KU Studio presentano “Less is more”: il nuovo progetto live di Teho Teardo, con la chitarra baritona e il violoncello uniti dall’elettronica in un dialogo minimalista e suggestivo

Comunicato Stampa

Wakeupandream
Fondazione Pietà de’ Turchini
KU Studio

presentano


“Less is more”: il nuovo progetto live di Teho Teardo, con la chitarra baritona e il violoncello uniti dall’elettronica in un dialogo minimalista e suggestivo 

Venerdì 15 febbraio ore 21
Chiesa di Santa Caterina da Siena
Via Santa Caterina da Siena, 38, Napoli


Domani, venerdì 15 febbraio alle ore 21 nella Chiesa di Santa Caterina da Siena (Via Santa Caterina da Siena, 38, Napoli),
 la Fondazione Pietà de’ Turchini ospita “Less is more”, il nuovo progetto live del compositore, musicista e sound designer, Teho Teardo, prodotto da Wakeupandream in collaborazione con KU Studio. Il concerto è l’ultimo appuntamento della VI edizione della rassegna “Retronuevo. Percorsi di musiche sghembe”. “Less is more”, che vede Teo Tehardo alla chitarra baritona e Laura Bisceglia al violoncello, è il duo che valorizza l’inedita affinità tra i due strumenti, riportando il suono alla dimensione minimalista ed essenziale in cui l’elettronica li collega.

«C’è qualcosa di indicibile, ineffabile, nel suono, nella sua capacità di ridisegnare ciò che ci circonda, in certi casi fino ad alterare il nostro senso di percezione”, spiega il compositore. In questa dimensione si muovono i brani che compongono il programma di “Less is more”, tratti da alcune colonne sonore ed album recenti come “Wilder Mann”, e lavori per il teatro di Enda Walsh come “Ballyturk” ed “Arlington”.
Ingresso a pagamento. Biglietto unico € 14,00 oltre i diritti di prevendita. Biglietti disponibili su www.azzurroservice.net, presso Concerteria, via Schipa 23, Napoli,

MC Revolution, via Palermo 124, Napoli e al botteghino mezz’ora prima del concerto.

Per informazioni:

3497702287, info@wakeupandream.net

081402395, coordinamento@turchini.it

 

Teho Teardo si è affermato in questi ultimi anni come uno dei più originali ed eclettici artisti nel panorama musicale europeo. Esploratore sonoro curioso e sempre attento agli stimoli che vengono da altre forme artistiche, si dedica all’attività concertistica e discografica pubblicando diversi album che indagano il rapporto tra musica elettronica e strumenti tradizionali. Ha realizzato colonne sonore per importanti registi come Salvatores, Sorrentino, Molaioli, Chiesa, Vicari, Incerti, Cupellini, Faenza divenendo nel giro di pochi anni un riferimento per la musica al cinema. Ha vinto il Ciak d’Oro per la migliore colonna sonora ed ha ottenuto diverse nomination al Nastro d’Argento e David di Donatello. Nel 2009 vince il premio Ennio Morricone all’Italia Film Fest ed il David di Donatello per il film “Il Divo” di Paolo Sorrentino. Con la compagnia teatrale Socìetas Raffaello Sanzio realizza lo spettacolo “Ingiuria” in cui partecipano anche il violinista Alexander Balanescu e Blixa Bargeld, leader degli Einsturzende Neubauten.

 

Con Bargeld ha pubblicato due album di canzoni intitolati “Still Smiling” e “Nerissimo”, e due Ep “Spring” e “Fall”, quest’ultimo pubblicato a marzo 2017 e accolto, come gli altri lavori, nel migliore dei modi dalla stampa italiana ed internazionale.

Con l’attore Elio Germano porta in scena lo spettacolo “Viaggio al termine della notte”, – tratto dal capolavoro di Céline – che riscuote un grosso successo di pubblico e critica.

Crea le musiche per due pièce teatrali di Enda Walsh, “Ballyturk” pubblicato in cd e vinile e “Arlington” pubblicato in digitale di recente. Per la musica di “Ballyturk”, riceve il premio Irish Times Theatre Award.

Compone le musiche per le mostre di Man Ray e Joan Mirò a Villa Manin, entrambe pubblicate su CD e LP.

Ad aprile 2017 Teardo è stato scelto per “Carte Blanche” il format organizzato da Palazzo Grassi che ogni anno celebra a Venezia un grande artista contemporaneo: in questa occasione ha riproposto una nuova versione dello spettacolo “Phantasmagorica” (con l’artista MP5 e la straordinaria partecipazione del regista Abel Ferrara) e ha ideato l’installazione sonora site-specific “Sea Change” in omaggio alla mostra di Damien Hirst ospitata dal museo.


Fondazione Pietà de’ Turchini
Ufficio Stampa
Rosa Criscitiello
345 59 96 167
351 01 78 836
rosacriscitiello@gmail.com

Lascia un commento